Quando si può parlare di dipendenza da internet vera e propria?

E quali sono le cause che conducono alla dipendenza?

Quando è lecito che un genitore si preoccupi ed intervenga?

Qual è il trattamento privilegiato in questi casi?

Come possono essere seguiti i genitori?

Quando ci si muove nel campo della tecnologia spesso i giovani ‘nativi digitali’ hanno più competenze degli adulti, tanto che i ruoli genitori-figli si trovano ad essere invertiti, con la conseguenza di una perdita di autorevolezza da parte del genitore.

Il primo passo è quindi la CONOSCENZA.

Serate di presentazione periodiche ed incontri preliminari informativi in cui saranno date le risposte a molte domande.

Il secondo passo è la DIAGNOSI, ovvero la valutazione del singolo caso.

Tre colloqui in cui valutare la specifica situazione, congiuntamente e disgiuntamente dai genitori.

Il terzo passo è il PROGETTO.

L’eventuale inserimento del figlio nel gruppo per adolescenti, a cadenza settimanale, e dei genitori nel gruppo di supporto a loro dedicato, a cadenza mensile.

La formulazione di un eventuale progetto alternativo, nel caso in cui ve ne sia necessità.

Per informazioni: cinziadini@tin.it